venerdì 8 aprile 2011

QUESTI MINUSCOLI SEMINI BLUASTRI...

Avete presente quelle tipiche manie da foodbloggers in cui comprereste anche la più inutile caccavella solo perchè DOVETE averla, anche senza avere la più pallida idea di come utilizzarla? O quando vi trovate improvvisamente davanti QUEL ingrediente che avete a lungo cercato per mari e monti senza trovarlo e decidete di acquistarlo subito anche se non sapete minimamente in che ricetta usarlo?
Nonostante ricevo spesso, dalle mie collaborazioni, un sacco di prodotti interessanti, a me capita spesso, più spesso di quanto pensiate, di essere preda di questi raptus maniacali, tant'è che, se non sto attenta al mio portafoglio, il mio misero stipendio da impiegata verrebbe bruciato in stampi, mestoli, spatole e spezie! Un esempio? 
Un bel giorno, durante le feste di Natale, mi ero svegliata con in testa l'idea di fare dei dolci allo zenzero (adoro le spezie, sopratutto quelle piccanti!)...Il tempo di vestirmi, fare colazione e andare al super che già ero di ritorno non solo con la radice fresca ma anche un barattolino di polvere, non spaendo bene quale dei due mi sarebbe servito e...Sapete com'è andata a finire? I dolci allo zenzero sono rimasti un'idea che devo ancora mettere in pratica, con la radice sono stata costretta a farci lo zenzero candito per cercare di rifilarla a qualcuno dato che in casa mia delle spezie ne fanno volentieri a meno e il barattolino...è ancora sigillato! 
Da allora mi ero promessa di fare acquisti un pò più intelligenti, cercando quanto meno di comprare oggettivi e ingredienti che avrei davvero potuto VERAMENTE usare per qualche dolcetto...ma...ci sono ricascata di nuovo. 
Ho comprato i semi di papavero, convinta di poter realizzare un gran numero di dolcetti sfiziosi... 
Ma dopo aver visto che i semi di papavero di prestano più per le ricette salate che per quelle dolci, mi sono detta: "E  ora che cavolo ci faccio con questi chicchini?! "
La scelta era molto limitata e, per evitare di ricadere nei classici muffin (al limone e semi di papavero), ho deciso di approfittare delle ultimissime arance facendo la torta di Donna Hay all'arancia e semi di papavero (ripresa dalla mitica Ely)...ed è venuta fuori una torta decisamente originale ed insolita: morbida e soffice, caratterizzata da un impasto burroso, profumato, imbevuto di sciroppo all'arancia, ma scrocchiarello, grazie alla presenza di questi minuscoli semini bluastri, che nel realizzare un bellissimo effetto scenografico, conferiscono anche una consistenza tutta particolare all'impasto... e quello sciroppo di arancia colato sopra...beh, inutile dire che la rende ancor più golosa e fresca! 
Insomma è un dolce di semplice esecuzione ma in grado di incuriosire e stupire gli ospiti invitandoli ad assaggiarne anche solo un pezzettino!


TORTA ARANCIA E SEMI DI PAPAVERO 
di Donna Hay


Ingredienti per uno stampo di 20/22cm di diametro:
50gr di semi di papavero;
185ml di latte fresco;
200gr di burro morbido;
la scorza di un'arancia grattugiata finemente;
170gr di zucchero;
3 uova;
270 gr di farina;
1 bustina di lievito;
125ml di succo di arancia;
- per lo sciroppo:
225gr di zucchero;
250ml di succo di arancia;
25gr di scorza di arancia tagliata a striscioline;

Procedimento:
Mescoliamo in una ciotola il latte con i semi di papavero. In un'altra ciotola montiamo con le fruste il burro, la scorza di arancia e lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso, uniamo quindi le uova, una alla volta, e mescoliamo bene fino ad ottenere un composto chiaro e ben amalgamato.
Setacciamo la farina con il lievito e uniamola al composto, poi aggiungiamo il latte con i semi di papavero ed il succo di arancia. Mescoliamo bene finchè gli ingredienti non sono ben incorporati. 
Versiamo il composto in uno stampo imburrato e rivestito di carta da forno e inforniamo a 160° per circa un ora o comunque finchè il dolce non sarà dorato in superficie. 
Nel frattempo prepariamo lo sciroppo cuocendo in un pentolino antiaderente il succo di arancia con lo zucchero e le scorzette. Lasciamo bollire per 5/6 minuti. 
Quando la torta sarà cotta, la sformiamo e versiamo subito sopra la metà dello sciroppo ottenuto. Il rimanente sciroppo lo usciamo per accompagnare le fette di torta.

42 commenti:

Federica ha detto...

Io di quei minuscoli semini sono innamorata follemente, ne ho sempre una gran scorta e li metterei ovunque. Non aggiungano chissà che sapore, ma rendono i piatti davvero allegri e particolari. Questa torta è fenomenale, quello sciroppo sopra la rende ancora più golosa. Un baciotto, buon fine settimana

Angela ha detto...

ihihiihih quanto mi son ritrovata nelle tue parole.. io ancora non li ho usati, ma apportano proprio un bellissimo aspetto alle torte =)

maria luisa ♥ ha detto...

Ma brava! Visto che alla fine hai trovato il modo per consumarli? Ne è venuta fuori una ghiottissima torta e di grande effetto scenografico, buon w.e.!

sonia ha detto...

Sono buonissimi i semini del papavero, mi piacciono così tanto che li aggiungo spesso nello yogurt bianco, nel pane fatto in casa e nelle torte... danno quel tocco in più e quella consistenza particolare che adoro! Complimetissimi per questo post per la ricetta BRAVISSIMA!

stella ha detto...

Interessante questa torta, ma più interessante è la premessa, dove mi ci ritrovo al 100% ;-)

Mari ha detto...

faccio la stessa cosaaaa...sarà una sorta di patologia da cuochine?buona la tortaaaa ._.

Patrizia ha detto...

Non si quanto ti capisco!!! Lotto con quei raptus quasi ogni giorno...io credo sia una malattia ma meno male non sono la sola!!! Stupenda e buonissima questa torta con i semini blu!!! Un bacione cara e buon week end!!!

accantoalcamino ha detto...

Se si possono chiamare "caccavella" (termine a me sconosciuto prima di entrare in questo mondo virtuale :-D )i semi di papavero allora la mia caccavella sono proprio i semi di papavero, li metterei (e li metto) dappertutto.
La torta che hai replicato è la migliore che ho visto, vien voglia di morderla, buon fine settimana. Non scandalizzarti per l'ora ma oggi partenza terme...finalmente, ciao bellissima.

marsettina ha detto...

anche io li ho comprati,pensa che da noi costano tanto,in polonia pochissimo e quindi me le sono portati da lì,la tua ricetta mi darà modo di usarli grazie!

Caterina ha detto...

Adorabili, stanno bene sul salato e sul dolce! E questa torta agrumata è favolosa!

Aria ha detto...

che buona deve essere, a me i semi di papavero piacciono tantissimo, sono così eleganti!!!!:-9

dolci a ...gogo!!! ha detto...

come ti capisco claudia io faccio lo stesso mi ritrovo con prodotti che all'inizio mi sembravano indispensabili poi una volta trovati li metto in un cassetto e li dimentico:D...bella l'idea della torat all'arancia con i semini la trovo sfiziosissima golosa e bella da vedersi!!!!bacioni Imma

arabafelice ha detto...

Mi sa che siamo tutte uguali ;-)

Gio ha detto...

buona questa torta, mi piace tanto quello sciroppo all'arancia che cola... mmmm :P

Elena ha detto...

Claudia, quei minuscoli semini blu sono la mia droga :)L'abbinamento con l'arancia è divino, una volta ho provato i muffin..
Un bacio

Simo ha detto...

Si, avevo già sbavato da Ely con questa meraviglia, ed ora lo sto facendo anche qui da te....
che delizia!!!!!!!!!!!!!!!

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

Milen@ ha detto...

Non hanno sapore, ma quando ci sono loro, le ricette acquistano tutt'altro fascino ;D
Deliziosa torta: adoro i dolci con gli agrumi :D

fausta ha detto...

ciao Claudia... anch'io ho una confezione di semi di papavero, bella grossa e quasi piena, nel frigo; sarà lì da... due anni? La tua torta è davvero bella e non esito a definirla golosa! In questo momento, per me, contiene troppo burro :( ma credi, prima o poi sarà mia!
Un bacio e buona giornata

Ilaria ha detto...

Interessante questa preparazione, complimenti davvero! Buona domenica :-)

Giuky ha detto...

questi semini minuscoli come li chiami tu li avevo provati con dei muffins salati...:)erano buonissimi come questa tua torta!:)

MARISTELLA ha detto...

Non ho mai usato i semi di papavero...ottima idea e complimenti per il blog

Natalia ha detto...

Si può dire di un dolce che ha un aspetto simpatico??
Perchè questa tua torta ce l'ha!
Tranquillizati: io sono come te, sto facendo una scorta di spezie da un pò di tempo a questa parte, tutte ancora sigillate e non so ancora per quale ricetta utilizzarle.

viola ha detto...

Torta all'arancia e semi di papavero è un pò che mi tenta! é bellissima e fa proprio venire voglia di mangiarla :D
Prima o poi la proverò. Intanto mi copio la ricetta. Un bacio

Afrodita ha detto...

Eccome se succede anche a me! Di ritorno da un viaggio nell'est Europa sono tornata con la convinzione di rifare i dolcetti zeppi di semi di papavero che riempivano supermercati e panetterie dei paesi che avevo toccato. Ho provato a fare un rotolo dolce con i semi di papavero (lo trovi nelle mie ricette), ma a me il risultato non è piaciuto affatto. Troppo "pepato"! Li trovo ottimi invece sulla pasta ripiena, sulle insalate e nelle impanature. La tua torta, comunque, è davvero invitante! Complimenti, Cat

Zucchero e Farina ha detto...

mi viene in mente il mio mix per il panpepato! Mai usato! complimenti per la torta, è buonissima

Alessandra ha detto...

I semi di papavero sono fantastici, mi piacciono soprattutto nel pane, e qui sono un classico nelle torte, tortine muffins che sembrano sempre essere d'arancia (infatti Donna Hay e' australiana).

Se pensi che ne hai ancora tanti e li devi usare prova a metterli a tavola in una scodella con un cucchiaino, come il parmigiano, sono buoni su molti tipi di pasta condita in bianco, soprattutto la pasta fresca e ripiena, e su patate e gnocchi. E sono pure belli :-)

ciao
Alessandra
http://alessandrazecchini.blogspot.com/

giulia pignatelli ha detto...

Che risate Claudia!!!!! soprattutto perchè a casa ho mezzo kilo di semi di papavero che non so come utilizzare ;)))))))))))))
E questa torta casca a fagiuolo, grazie

Wennycara ha detto...

Ti assicuro che una volta che te ne sei innamorata niente è più come prima :D

wenny

LA PASTICCIONA ha detto...

Mi incuriosisce molto questa tua torta con i semi di papavero ! Chissà che delizia ! Mi sono iscritta tra i tuoi sostenitori , così non ti perdo d'occhio , baci !

Anonimo ha detto...

mmmmmmmmmmmmm mi sembra buonaaaaaaaaa

Suzuran ha detto...

Golosissima!!! Nel'Europa del'Est,in Germania e Alto Adige si usano in una specie di strudel come crema. Per farli legare e diventare come una crema e per esaltare il gusto dei semini si macinano poi si bolliscono con latte e zucchero.
Se t'interessa ho una ricetta di torta al cioccolato, pere e semi di papavero che è una vera delizia.
Complimenti per il blog....mi fai sempre venire l'acquolina nella bocca.

I fiori di loto ha detto...

come ti capisco .. anch'io ho un sacco di vasetti ancora sigillati !!
complimenti per la torta .. ti è venuta proprio bene, l'avevo addocchiata anch'io sul sito di Ely.

Debora ha detto...

ma io gli adorooo!! sono piccoli e spuntano sempre in modo delizioso dai miei lavori culinari!! ^_^ vedi la tua torta... si intravede questo pois delizioso che fa incuriosire chiunque!! bravissima!

uhooi ha detto...

lovely blog,,,,

visit our blog at http://uhooi.blogspot.com/

honey82 ha detto...

Buonissima...adoro le torte con i semini di papavero..gnamm..bravissima un bacione!!!:-))

lo81 ha detto...

Come ti capisco! Anch'io sono vittima di questa manie! In dispensa ho un sacco di ingredienti comprati per un colpo di pazzia e ancora da utilizzare! Tu hai trovato un golosissimo modo per impiegare i semi di papavero, brava!

lerocherhotel ha detto...

i semi di papavero nei dolci sono strepitosi! ottima questa ricetta!

Ambra ha detto...

Noooo!!!Questa torta l'avevo già vista in giro e mi è subito piaciuta!!!!Che spettacolo...quanto vorrei una fettina!!!Slurp!Smack!

SONIA ha detto...

Anche io son vittima da acquisti compulsivi da foodblogger ;D semini sempre utili regalano sfumature inaspettate al palato. ottima torta, brava!

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

...sono troppo troppo troppo buoni e carini i semini bluastri...

Stefania ha detto...

Bella ricetta e..che dire certo che conosco quanto racconti ;)
un abbraccio ciao

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails