sabato 27 novembre 2010

IL MIO CAVALLO DI BATTAGLIA

Ormai mi sono rassegnata all'idea di fare la dieta, tra biscottini comprati e dolcetti fatti da me in casa mia non c'è verso, per non parlare poi dei compleanni!
In pratica ogni mese c'è minimo un compleanno se non di più! Forse però Novembre batte tutti gli altri mesi in fatto di compleanni, che, oltretutto, avvengono in giorni consecutivi, uno dopo l'altro, nemmeno a farlo apposta!
Così lo scorso fine settimana sono stata impeganata a far dolci...strano! :-D
Per la mia cara nonna. che compieva la bellezza (bellezza per modo di dire perchè a sentir lei è una tragedia) di 84 anni, ho realizzato la buonissima torta di grano saraceno ai mirtilli rossi, ormai più volte colludata e amata da tutti i componenti della mia famiglia, che ritengono sia uno dei dolci più buoni. 


Questa torta, l'ho scoperta circa un anno fa, quando, alla ricerca di una deliziosa torta di mirtilli che solitamente compriamo in una pasticceria di Bormio quando andiamo a fare la settimana bianca, mi sono imbattuta in questa che, sebbene non fosse, la torta che cercavo disperatamente, mi ha comunque conquistata perchè è una di quelle torte tipiche del nord italia, che profuma di buono, di montagna, è rutica, semplice ma anche elegante e se preparata in uno stampo particolare, come quello a girasole della Silikomart ,diventa immediatamente adatta anche alle occasioni più importanti...e gli 84 anni della nonna meritavano di esser festeggiati con una bella torta scenografica, che esprimesse gioia e vitalità, perchè la nonna il peso dei suoi anni lo sa portare bene come fosse un paio di occhiali! :-D
Ora però non starò a spiegarvi cosa occorre o quale sia il procedimento per farla, perchè questa è una ricetta da me già postata circa un anno fa, preferisco piuttosto parlarvi della crostata alla creme brule, che ho preparato in occasione del compleanno della suocera.

Questo forse è il primo dolce che abbia mai fatto e il primo con cui sono riuscita a conquistare la suocera e quindi mi sentivo il dovere di farglielo per il compleanno! Diciamo che, da quando l'ho scoperto sul vecchio quaderno di ricette della mamma è diventato un pò il mio cavallo di battaglia, uno di quei dolci in grado di lasciare a bocca aperta gli ospiti, perfetto per un pranzo galante o una semplice cena tra amici!
La créme brulè è un dessert al cucchiaio a base di panna, uova, latte e vaniglia, cotto a  bagnomaria nel formo in pirofile monoporzione, è un dolce di origine francese che deve il suo nome (crema bruciata) ad una abbrustolitura sulla sua superficie che sembra caramello ma in realtà è zucchero di canna.
Io, o meglio la mia mamma, ha trasformato questo delicato dessert in una crostata semplicemente irresistibile: un guscio di frolla croccante contenente una morbida e dolcissima crema profumata che conrasta con la friabilità della base. Ed è pure veloce da preparare, cosa volete di più dalla vita ?!?

CROSTATA ALLA CREME BRULE'



Ingredienti per uno stampo apribile di 24 cm di diametro:
- per la PASTA FROLLA:
300 gr di farina
150 gr di burro
2 uova
100 gr di zucchero
1 cucchiaino di lievito
- per la CREME BRULE':
500 ml di panna fresca da montare;
1 bustina di vanillina;
2 tuorli;
100 gr di zucchero;
zucchero di canna per caramellare

Procedimento:
Innanzitutto prepariamo la PASTA FROLLA: in una ciotola mescoliamo velocemente il burro freddo tagliato a dadini, con lo zucchero e le uova (utilizzeremo un uovo e un tuorlo) fino ad ottenere un composto omogeneo; uniamo quindi la farina ed il lievito e lavoriamo bene prima con una forchetta poi con le mani. Dividiamo il'impasto in due e prima di ottenere un composto ben amalgamato aggiungiamo a una delle due parti un paio di cucchiai di cacao amaro in polvere. Lavoriamo separatamente i due composto finchè la farina non è completamente incorporata e ciascun composto non è elastico ed uniforme. Lasciamo riposare l'impasto in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo preapriamo la CREME BRULE': versiamo in un tegame la panna e la vanillina e portiamo lentamente ad ebollizione. Nel frattempo montiamo con lo sbattitore elettricoi tuorli e lo zucchero in una ciotola, fin oad ottenere un composto chiaro e cremoso. Quando la panna bollirà, tla togliamo dal fuoco e versiamo a filo il composto di uova e zucchero mescolando continuamente. Riponiamo il tutto sul fornello e facciamo cuocere fino ad ebollizione.
Trascorsi i 30 minuti previsti stendiamo la nostra pasta con un matterello tra due fogli di carta da forno (per evitare che si attacchi sia al mattarello che al ripiano) e con la stessa foderiamo una teglia rivestita di carta da forno creando quindi base e bordi. All'interno versiamo la crema e inforniamo a 180° per circa 40 minuti o comunque finchè la crema non sarà compatta e dorata. A questo punto cospargiamo la superficie della crema con dello zucchero di canna e rimettiamo la crostata in formo con modalità grill per circa 5/6 minuti a 200° per far caramellare lo zucchero: in questo modo si formerà un piacevole strato di zucchero sottile e croccante, che renderà la preparazione ancora più golosa.

39 commenti:

Benedetta ha detto...

conquistare la socera è importante, direi che sei riuscita benissimo!
(e aggiungerei anche un:fiuuuuuuuu!)
;-) ciao cara, buon fine settimana!

sara ha detto...

Direi che sono tutti e due i tuoi cavalli di battaglia!!! sono buonissimiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!

arabafelice ha detto...

Sono entrambi bellissime :-)

Cranberry ha detto...

La prima è davvero carina a vedersi!Anche una semplicicssima margherita con quello stampo sarebbe una cosa meravigliosa!non ho mai provato la torta al grano saraceno, direi che dopo la tua torta...è ora!:P
Invece la crostata con la creme brulè...che meraviglia, quella si che mi piace:O
Bravissima come sempre

EliFla ha detto...

Sono entrambe molto belle...ma la crostata alla creme brulèe...è troppo geniale...brava!!!

Your Noise ha detto...

Ho un debole per il classico abbinamento mirtillo-saraceno, quindi forse la mia preferenza va un po' di più alla prima... ma la seconda... beh, la seconda è proprio una torta che gioca sporco! Cremé brulée racchiusa in un guscio fragrante... non saprei dirle di no ;)
Bravissima!
A.

Natalia ha detto...

Che buone che sono. Devo andare assolutamente al tuo vecchio post per la torta in grano saraceno.

Tiziana ha detto...

Complimenti! Non saprei quale delle due scegliere!!
Facciamo una fettina di ognuna!?
Ciao ciao

lo81 ha detto...

Che dire di fronte a queste due torte? Sono una più buona dell'altra! La crostata alla creme brule mi attira molto, annoto la ricetta!!

Claudietta ha detto...

ti conquisteresti l'affetto di tutti con una torta così...ottima presentazione..

Paola ha detto...

wow. bella idea questa della creme bruleè in una crostata.. ma io ammiro ancora di più la torta al grano saraceno: la adoro. e in questa veste da girasle la trovo proprio bella e adatta a festeggiare la tua cara nonnina.
auguroni

SUNFLOWERS8 ha detto...

Innanzitutto auguri alla Nonna ;D e complimenti per tutte e due le torte, una più bella e golosa dell'altra!
Buona Domenica
Sonia

madama bavareisa ha detto...

sono bellissime entrambe! bella l'idea del girasole per la prima, e per la seconda, voglio assolutamente provarla, visto che adoro la creme brulèe!

°.°. Martina .°.° ha detto...

che torta particolare, da provare!!!

accantoalcamino ha detto...

Belle e certamente buone tutte 2, adoro i girasoli ma mi piace più la seconda..è più "umanamente tua" ;-)

Roberta ha detto...

devo dire che adoro la creme brulèè ma non avrei mai pensato di farne un dolce!! sei stata bravissima! :)

Imma ha detto...

Auguri alla nonna e alla suocera! Hai fatto di icuro un ottimo figurone con queste ricette golose!

barbara ha detto...

La torta è stupendaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
Ma devo dire che darei un (magari solo uno, la divorerei) bel morso anche alla crostata.. ^^

I nostri amatissimi nonni si lamentano sempre dei solo 80 e passa anni... :) ma sono le loro rughe che li rendono così speciali...

Un bacione,
Babi

meggY ha detto...

Cosa vedono i miei occhi affamati?Una crostata alla creme brulè??Che meraviglia, non ne avevo mai sentito parlare!Fantastica anche quella ai mirtilli, non saprei proprio quale scegliere!
bacioni

Claudia ha detto...

Wowwwwwww son buone entrambe sicuramente.. ma la 1° è uno spettacolo!!!! baci e buona serata :-)

Ely ha detto...

ohhhh che bontà!!! qla crostata con la crem brulè è uno spettacolo!!!!!!! e tu vai a Bormio??? ma lo sai che passi da Lecco??? vienimi a trovareeeeeeeeeeeeeee baciiii Ely

Oxana ha detto...

Direi che bel cavallo, però:)))
Bacione

Kafcia ha detto...

La dieta anche no. Anch'io ci sto provando, ma niente da fare. Ogni settimana capita l'occasione per preparare un dolcino.

Aiutatemi!

viola ha detto...

Ciao cara, scusa la latitanza, mi sa che mi sono persa qualcosa. Comunque la torta di grano saraceno l'adoro anch'io e ora che me l'hai ricordata voglio rifarla presto. Deliziosa anche questa crostata alla creme brulè......una torta maravigliosa. Bravissima. Dai, alla dieta ci si penserà a primaver :D
Un bacione e a presto

Kat ha detto...

Complimenti uno schiaffo alla dieta, anzi doppio! ;-)

Fabiana ha detto...

bellissime tutte queste torte.. anche quella sotto che mie ero persa non scherza mica.. un bacio faby

Wennycara ha detto...

E' un purosangue questo, altrochè!
Bravissima cara!

wenny

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoor mio bellissimo fai tantissimi auguri alla tua nonnina e a tua suocera!!!wow sono splendide tutte e 2 le torte ma questo tuo cavallo di battaglia è pazzesco e gia scattato il copia e incolla!!!!!ti mando un mega bacione,imma

marifra79 ha detto...

Un dolce più bello e buono dell'altro!! Ti confesso che scegliere è difficile e nell'indecisione io li proverei tutte e due!!!!!!!
Un abbraccio!!

( parentesiculinaria ) ha detto...

Oh, cavoletti! Una crostata alla creme brulèe?? Io credo che avresti conquistato pure il palato più difficile!!
Brava... hai sciolto la socera come un boccone di questa meraviglia.
Io non so perchè, ma continuo a vederti come pasticcera di professione... chissà perchè, ma secondo me hai il taglio giusto...
E che bello il fiore per la nonna. Un omaggio floreale fatto cn le proprio mani non ha eguali per una cara nonnina a cui mi unisco per gli auguri... :)

Tania ha detto...

E se ha approvato la suocera penso proprio che la crostata sia super buona! Per i miei gusti credo che preferirei la prima :-P, ma io non sono la suocera!
Buona settimana!

Milen@ ha detto...

Ha conquistato anche me questo dolce dalla doppia consistenza di frolla e creme brulè :D

Edda ha detto...

Grazie per condividere con noi il tuo cavallo di battaglia, ci si sente sempre un po' onorati. Ed è sicuramente buonissima :-)

B. e M. ha detto...

Ciao! che belle ricette! ti invitiamo a partecipare anche al nostro contest Profumo di Natale, pensierini profumati da regalare a Natale! se vuoi partecipare vieni su www.nasodatartufo.blogspot.com ci farebbe davvero piacere! un bacio! B. e M.

federica ha detto...

deve essere deliziosa!!! un bacione!

Stefania ha detto...

Una meglio dell'altra ..difficile si la dieta ;) ciao

Ramona ha detto...

Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

Anna Lisa ha detto...

La crostata alla creme brulée la proverò al + presto in versione gluten free. Mi sembra fantastica!

Anonimo ha detto...

io ho seguito la ricetta alla lettera ed è stata una grande delusione! la crema non si è consolidata con 2 ore di cottura ! alla fine si è persino formato del liquido che sgorgava dalla superficie, occorrono più tuorli o amido o altro.

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails