venerdì 13 maggio 2011

TENERELLA O TENERINA?

A casa mia non c'è bisogno di scervellarsi troppo per cercare un modo per smaltire le uova di Pasqua perchè siamo talmente golosi di dolci, ma sopratutto di cioccolato, che già a Pasquetta la dispensa è vuota...e le pance sono belle piene! E la cosa curiosa è che per quanti dolci io possa fare per coccolarci a fine pasto come si deve, il babbo ed il fratello ripiegheranno sempre e comunque sulla triste tavoletta di cioccolato, rigorosamente fondente, che ognuno custodisce gelosamente e "segretamente" nel proprio cassetto della biancheria o sotto il materasso! Il che, ovviamente, alla fine di ogni pasto scatena la consueta caccia al tesoro che sfocia in una buffa lotta greco-romana per cercare di sconfiggersi l'un l'altro e accaparrarsi più pezzi di cioccolata possibile...Già avete capito bene, qui se ne vedono di tutti i colori...nemmeno fosse oro! Insomma, anche dopo il dessert, il pezzetto di cioccolata a fine pasto è un must, un pò come il bicchierino di amaro o il sorbetto digestivo al limone per intenderci! 
Così lo scorso fine settimana, ho deciso di metterli alla prova, sfindandoli a mangiarsi il consueto pezzetto di cioccolato dopo aver mangiato il dolce più cioccolatoso che possa esistere (o quasi): la Tenerina......o Tenerella?! 



Ecco, parliamo una attimo del nome...Ma voi come la chiamate questa torta? 
Tramite la zia, che mi aveva trasmesso la ricetta, l'avevo conosciuta come "Torta Tenerina", una specialità tipica della città di Ferrara, preparata con una base di cioccolato fondente e pochissima farina. Mentre ero in procinto di fare l'impasto, però mi sono improvvisamente accorta di un errore di trascrizione della ricetta della zia: Eppure l'avevo fatta un sacco di volte...possibile che non mi fossi mai accorta che mancasse la quantità di zucchero?! Allora, per evitare di cestinare quei pochi ingredienti che ormai avevo mescolato, mi sono messa alla ricerca di una ricetta simile a quella della zia giusto per capire indicativamente quanto zucchero usare e...magicamente mi sono imbattuta nella "Torta Tenerella" di Maurizio Santin. Ed è stato allora che mi è venuto un forte dubbio amletico, tant'è che ho seriamente pensato che fossero due tipi di torta totalmente differenti!! Per svelare il mistero non mi rimaneva che provare la sua versione e confrontarla con il ricordo che avevo della torta della zia (perchè la Torta tenerina è come il primo amore...non si scorda mai!!!!) 
E...non me ne voglia il Maestro, ma non ho mica ancora capito come mai l'abbia chiamata "Tenerella"!! Perchè in fondo il procedimento e gli ingredienti sono del tutto simili alla più tradizionale "Tenerina"! Infatti ne è uscita fuori una torta particolarmente bassa, cremosa, con un cuore super cioccolatoso e una crosticina croccante all'esterno...insomma un tripudio di golosità unico al mondo, ma esattamente uguale alla Tenerina della zia!
E...udite udite...la mia sfida è stata pure vinta! 
D'altronde non poteva esser che così! 
Sfido chiunque a chiedermi un pezzetto di cioccolato dopo aver mangiato una fetta di questa torta così profondamente...cioccolatosa!!!!
Ps: Vi trascrivo la ricetta di Santin...e, se mai ritroverò la ricetta della zia...beh, ovviamente sarò lieta di condividerla con voi!

TORTA TENERELLA
di Maurizio Santin


Ingredienti per uno stampo a cerniera del diametro di 24cm:
200 gr di cioccolato fondente
100 gr di burro
100 gr di zucchero
60 gr di farina
4 tuorli
4 albumi.



Procedimento:
Facciamo sciogliere a bagno maria il cioccolato a pezzi ed il burro, mescolandoli di tanto in tanto per farli amalgamare. Quando saranno completamente fusi, li facciamo intiepidire e uniamo i tuorli, uno alla volta mescolando bene con le fruste elettriche. Quindi uniamo la farina e mescoliamo finchè non è ben incorporata.  Montiamo a neve gli albumi aggiungendo poco alla volta lo zucchero  quindi uniamoli al composto amalgamando delicatamente con una spatola, mescolando sempre dall'alto verso il basso per non smontarli.
Versiamo l'impasto nello stampo precedentemente imburrato e rivestito di carta da forno e informare a 180° per circa 15 minuti. La torta deve risultare non troppo cotta all'interno e con una crosticina all'esterno.

Facciamola raffreddare e spolveriamola con del cacao amaro o dello zucchero a velo.




31 commenti:

mariacristina ha detto...

Per me questa è la torta al cioccolato Barozzi, famosa in tutto il mondo, mia suocera mi ha dato la ricetta originale ed è molto simile, ed è buonissima naturalmente! ltro che mangiare tavolette di cioccolato dopo... Un bacione e buona giornata.

Very ha detto...

Cavolo! vien voglia di addentarla!! ihihihih :D

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

Wow che golosità !!!
Un saluto dai viaggiatori golosi ...

Francesca ha detto...

Ecco... io la chiamo proprio torta cioccolatosa!
Le ricette sono quasi sempre simili tra loro anche se un piccolo accorgimento può cambiare tutto!
Brava e complimenti alla zia!

Letiziando ha detto...

Sia pure "tenerina" o "tenerella" a me pare una meraviglia, anzi un TRIPUDIO di cioccolato. Incantevole :)

Federica ha detto...

L’ho sempre chiamata “tenerina” ma non mi formalizzo poi tanto sul nome. Questa torta è e rimase sempre libidinosa ^__^ Un bacione

Cey ha detto...

Anche da me le uova al cioccolato finiscono ancora prima di finire le feste -__- Comunque anche io l'ho sempre chiamata Tenerina ma tenerella è simaptico =)

Simo ha detto...

...semplicemente irresistibile...comunque la chiami....

°Glo83° ha detto...

io la chiamo "torta cioccolatino"..cmq io riuscirei a mangiare un quadretto di cioccolato anche dopo averla mangiata..è strepitosa! ;-)

Valleaz ha detto...

Chiamala come vuoi.. è straordinaria! :D

Mary ha detto...

Tenerina o tenerella che importa...l'importante è che è una vera e goduriosa delizia ^_^
gnammmmm...forse...e dico forse...non riuscirei a mangiare un altro pezzetto di cioccolato dopo una bella fetta di questa torta ;))

Babette: ha detto...

tenerella o tenerina non so ma io mi INTENERISCO appena la vedo e la mia dieta me la scordo subito ..ehmmm scusa ma sto a dieta ?! Ah ma nn è lunedì se ne riparla tra tre giorni ;P buonissima...slurp

Littledesserts ha detto...

bellissima ricetta. invece del cioccolato fondente si può usare quello al latte magari togliendo lo zucchero??? (io ho moltissimo cioccolato delle uova di pasqua ma è tutto al latte!!!!!)...

Zia Elle ha detto...

Tenerina o tenerella che sia mi sembra proprio deliziosa!!

Eleonora ha detto...

capperi! bella sfida hai vinto con questa torta! complimenti. uns asfida contro il fondente e le abitudini mica facile da vincere...vuol dire che questa torta la proverò anche io!

Verdepomodoro ha detto...

ma sai che io l'ho fa tta una sola volta ed era buonissima... era un san valentino e io l'avevo fatta a forma di cuore con sopra panna e fragole.... ma di sicuro quella di tua zia è più buona!
grazie di partecipare al giveaway e buona fortuna!

Erica ha detto...

la tenerina!!!!!!
cavoli me la sogno!! io non l'ho mai fatta, la campionessa qui è una mia amica che proprio lunedì viene per studiare e faremo anche la tenerina... ti invidio proprio perchè è una vita che ne ho voglia eheh ^___^ sei stata bravissima poi!!!

Wennycara ha detto...

Fortuna che hai lettrici ferrate, con me caschi proprio male :)
Non la conosco, ma che sia tenerina o tenerella poco importa, me la papperei subito!
Bacio,

wenny

Memole ha detto...

Deliziosa!!!

valevanilla ha detto...

dolcissima tenerella... assolutamente da copiare!!!

sdauramoderna ha detto...

slurp, io invece di cioccolata dell'uovo ne ho ben 3 kili da smaltire e credo che farò proprio una bella tenerina o tenerella o cioccolella cioccolina comunque si chiami ottima ^___^

viola ha detto...

tenerina o tenerella, fa lo stesso, non saprei qual'è il nome giusto!
Ma è buonissima....per gli amanti del cioccolato è il massimo!
Un bacione

Cinzia ha detto...

Ciao!
Ma che bella e che buona anche io ne preparo una simile...Ma mi hai proprio fatto venire voglia di provare questa ricetta!!!
Se trovi quella della zia provo anche quella...Mi hai talmente ingolosito.
Buon we

Patrizia ha detto...

Buonissima questa torta tenerina o tenerella...chiamiamola come ci pare!!! Davvero morbida, invitante e stragolosa!! Un bacio e buon w.e.!!

percorsi golosi ha detto...

l'adoro! golosissima ...
buon week

Carola ha detto...

questa torta riscuote sempre un grande successo! la mia ricetta è ancora diversa, con tre uova e un cucchiaio raso di farina, secondo me è buonissima in tutte le versioni !

lo81 ha detto...

Tenerella o tenerina, non ha grande importanza! La cosa fondamentale è che questa torta è buonissima e cioccolatosa, come piace a me!

Anonimo ha detto...

slurp slurp slurp ... e nn dico altro :)
Ila

I fiori di loto ha detto...

io la conosco come Tenerina. Una collega mi ha passato la ricetta ed è praticamente uguale alla tua, l'unica differenza è che metteva in più due cucchiai di latte e uno di farina.

Emma ha detto...

Carissima, dai sempre ricete golose golose e questa torta...mamma mia che bontà! Ti ringrazio per il commento, come avrai notato ho cercato di avvicinare un po' il gusto dell'etnico a quello classico diciamo che ieri ho cucinato non bianco non nero ma grigio. Ciao, a presto... Emma

Pagnottina ha detto...

Si si! E' la Tenerinaaaa!!! La facevo molte volte quando ero a Ferrara, e nella mia ricetta non c'è farina. Bellissima questa versione di Santin e bravissima tu! :D baci

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails