domenica 7 febbraio 2010

FRITTELLE DI RISO


Tempo di Carnevale, tempo di frittelle.
Molti qui in Toscana preparano queste frittelle per la festa del papà, cioè il giorno di San Giovanni, sostengono infatti che San Giuseppe sia il santo delle frittelle, perché come di secondo mestiere faceva il friggitore, mia nonna (che era una gran cuoca e che ha trasmesso prima alla mia mamma e poi a me i suoi fantastici "geni da pasticciera")  le preparava per la Domenica delle Palme, mia mamma per Carnevale...beh in fondo si sa a Carnevale c'è gran voglia di far baldoria, divertirsi e celebrare questa con i dolci più "trasgressivi", stuzzicanti e golosi, come appunto i dolci fritti, proprio perchè il Carnevale precede quel periodo di astinenza e  digiuno che dovrebbe essere appunto la Quaresima.
Per cui, sebbene io non sia una fan della frittella o, più in generale, dei dolci fritti, ho deciso di condividere con voi la ricetta di queste sfiziose fritteline di riso che io e mia mamma stiamo preparando ormai da due giorni per amici, parenti  ecc., e che hanno davvero un successone tra i golosoni che le mangiano...


FRITTELLE DI RISO (della nonna Assuntina)

Ingredienti:
500 gr di riso;
500 gr di latte;
2/3 bicchieri di acqua
5 uova:
1 scorza di limone;
300 gr di zucchero;
1/2 bicchiere di rum;
1/2 bustina di lievito;
4/5 cucchiai di farina
125 gr di uvetta;
50 gr di burro;
la scorza di un arancia
zucchero semolato per guarninre

Procedimento:
Mettiamo a cuocere in una pentola capiente il riso con il latte e un paio di bicchieri di acqua, mescolando costantemente (altrimenti si attacca) e aggiungendo, se necessario, altra acqua (precedentemente riscaldata) nel caso in cui risultasse troppo sodo. Quando il riso sarà quasi cotto, ci aggiungiamo lo zucchero, la scorza del limone e il burro, mescolando bene, e portiamo al termine la cottura del riso che deve risultare abbastanza sodo ma non asciutto.
Mentre lo lasciamo raffreddare, tritiamo nel mixer la scorza dell'arancia, che andremo ad aggiungere, insieme all'uvetta ed il rum nel riso quando questo si sarà completamente raffreddato. Infine uniamo i tuorli e mescoliamo bene.
Montiamo quindi a neve ferma gli albumi e versiamoli nel composto, insieme alla farina ed il lievito, mescolando bene per farli amalgamare. Facciamo quindi delle "palline" (della grandezza di una pallina da golf) aiutandoci con due cucchiai e facciamole friggere in una padella con abbondasnte olio ben caldo a fiamma bassa.
Le frittelle saranno pornte quando inizieranno a dorarsi.
Una volta scolate dall'olio le facciamo scocciolare sulla carta assorbente e quando saranno fredde le facciamo rotolare in una ciotola piena di zucchero semolato.
Vi consiglio di preparae il riso il giorno prima perchè, così facendo, i profumi dell'uvetta e dell'arancia si amalgano e si diffondono in tutto l'impasto e di aggiungere poi le uova e la farina poco prima di friggerle, il giorno dopo.

1 commento:

Daniela ha detto...

Ma vengono belle tonde? Anche mia madre le faceva ma venivano come le hamburger. Ciao e grazie per la ricetta

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails