sabato 25 settembre 2010

PAINS AUX REINS... LI HO FATTI ANCHE IO!!!!

Non potete capire la mia felicità!
Sono così contenta e soddisfatta delle mie creazioni che cammino a due metri da terra, sorrido da sola, sono troppo euforica...sembro quasi matta!
Quando ero in Olanda quest'estate... oh mamma, parlo già al passato remoto!... ma è trascrorso così tanto tempo?!? Non ci posso credere, sembra ieri!
Insomma, dicevo, quando ero in Olanda, ogni mattina facevo colazione con quelle che io chiamavo "Girelle all'uvetta". Figuratevi che io non le avevo mai mangiate prima di allora. Le avevo viste a giro e ne avevo sentito tanto parlare, ma è stato li ad Amsterdam, che le ho assaggiate per la prima volta. E pensare che i Pain aux reins sono francesi... E' il colmo!
Ma come vi avevo già detto, appena tornata dal mio viaggio, gli Olandesi non hanno una propria cucina locale e hanno invece una miriade di ristoranti etnici, pasticcerie americane e *Croissanterie*!
Insomma, io, anzi, noi, ci siamo letteralmente innamorati di queste briochine all'uvetta! Non vedevamo l'ora di svegliarci la mattina, per scendere nella *Breakfast room* e mangiarci cinque o sei fantastiche girelle (ooviamente di idmensioni molto più ridotte di quelle che ho fatto io)! E la sera tornando da fuori, ci si fermava a questa fantastica pasticceria dove si comprava delle mega girellone che si divorava prima di andare a letto! In pratica si campava a dolci, per non parlare degli orari dei "pasti"... si mangiava agli orari più bizzarri! Nemmeno ci fosse stato il fuso orario! Ho mangiato più dolci in quel periodo che in tutta la mia vita! E meno male che si faceva delle mega-camminate ogni giorno altrimenti sarei diventata come l'omino Michelin! ^-^
Ma tornando alle nostre Girelle...
Insomma rientrata in Italia, ho cercato ovunque la ricetta dei Pain aux Reins e poi un bel giorno mi sono accorta che ce l'avevo davanti agli occhi: era su "Anice & Cannella"! C'era da immaginarselo che un artista della panificazione come Paoletta avesse provato a fare le girelle all'uvetta, ma li per li non ci avevo pensato!Vi confesso che inizlamente il lungo procedimento di lievitazione mi aveva spaventata: Dove le trovavo tutte quelle ore per fare lievitare l'impasto!? E poi il lievito di birra: A malapena sapevo cos'era... non avevo (e tutt'ora non ho!) mai fatto nemmeno l'impasto per la pizza, figuriamoci se mi mettevo a fare la pasta brioche!... e questi giri: Ma cosa sono questi benedetti giri? A cosa servono?!?
Poi mi sono fatta coraggio, mi sono rimboccata le maniche e con tanta calma e moltissima pazienza ho iniziato a impastare... Et voilà! Come per miracolo sono uscite dal forno queste fantastiche girelle! Li per li non credevo ai miei occhi! Le ho fatte io?? No, non ci credo... Non è possibile! Ma se non avevo mai fatto un lievitato in vita mia! Sono così soddisfatta delle mie piccole creature!
Devo ammettere che il procedimento è lungo, molto lungo: si inizia a impastare la sera prima di andare a letto e si finisce il giorno dopo prima di pranzare! 
Ma ne è valsa davvero la pena, perchè sono davvero buone, anche riscaldate il giorno dopo!


Ps: copio-incollo la ricetta di Paoletta che ho seguito fedelmente, ad eccezione della crema pasticcera, per la quale ho usato la mia ricetta.


PAINS AUX REINS

Ingredienti:
250 gr farina manitoba

250 gr farina 00
75 gr zucchero
5 gr sale
75 gr di burro
15 gr di lievito di birra
170 ml di acqua
170 ml di latte
scorza di limone
1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaino di miele

1 albume
3 cucchiai di acqua
2 cucchiai di zucchero

3/4 pugnetti di uvetta

CREMA PASTICCERA:
125 ml di latte
2 tuorli di uova grosse
65 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
1 cucchiaio di farina maizena

Procedimento:
Al mattino tirariamo fuori l'impasto, attendiamo circa 30', poi facciamo le pieghe del primo tipo, come indicato qui
Copriamo con un panno bagnato e lasciamo riposare 1 ora.

Nel frattempo prepariamo la crema pasticcera:
In un recipiente sbattiamo con le fruste elettriche i tuorli di uovo con lo zucchero e la farina maizena.
Nel frattempo portiamo a ebolizzione il latte con la vanillina. Quando sfiora il bollore lo togliamo dal fuoco e vi aggiungiamo il latte a filo dentro le uova, poi rimettiamo il composto sul fuoco e mescolare continuamente. Portiamo la crema a ebollizione per circa due minuti mescolando energicamente per evitare che si formino i grumi dopodichè togliamo la crema dal fuoco e la facciamo raffreddare.
Quindi stendiamo la pasta col matterello riducendola ad uno spessore di circa mezzo cm. Dopo averla stesa si versa su tutta la superficie un velo di crema pasticcera, e sopra di essa si sparge un po' d'uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida.Pieghiamo la sfoglia fino in fondo come si fa per fare le tagliatelle; tagliamo poi le girelle larghe circa 1,5/2 cm.Allineamo ben distanziati i dolci così ottenuti sulla placca da forno, li spennelliamo con l'albume sbattuto e li lasciamo lievitare per 1 oretta.Trascorso questo tempo li inforniamo a 180° finchè non saranno perfettamente dorate. (Ci vorranno circa 15-20 minuti.)
Per dare lucido alle girelle, si prepara in un pentolino uno sciroppo composto di acqua e zucchero, e, dopo averlo fatto bollire per qualche minuto le si spennellano appena sfornate.

Alla sera facciamo un poolish con l'acqua, il lievito, il miele e 150 gr di farina presi dal totale. Lasciamo che l'impasto raddoppi, ci vorrà circa 1 ora.Impastiamo quindi con il resto degli ingredienti (il burro in ultimo) e lasciamo puntare l'impasto per 40' in luogo tiepido. Se ce ne fosse bisogno, si può aggiungere all'impasto 2 o 3 cucchiai di farina, ma non di più. Se si usa la manitoba giusta, questa assorbirà bene tutti i liquidi.Dopodichè poniamo in un contenitore, copriamo con pellicola e mettiamo in frigo fino al mattino successivo.

28 commenti:

Dalila ha detto...

oggi il primo commento è miO! sono venute M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-E!!!!!
lo sapevo che sarebbero venute bene, anche se giganti.. meglio così! ;)
allora aspetto l'assaggio! :D

Cristina ha detto...

Favolose le girelline, ne voglio una....
un abbraccio

Federica ha detto...

Ma te posso dire che mi girano che mi girano che mi girane le girelle ^__^ ? Sono meravigliose, sembrano quasi finte da quanto sono belle (perchè buone e parecchio di più lo sono sicuro). Mi stai a far venire voglia...Un bacione cara, buona domenica e grazie del bellissimo commento che mi hai lasciato

P.S. sarò al corso di cucina indiana di Serena il 14 novembre; tu ci sei?

memmea ha detto...

Le guardo da tempo dal blog di paoletta (zucchero e cannella), ma per svariati motivi non ho provato a farli.....li volevo impastare questa sera e non ci sono riuscita...BRAVA, sono perfetti!!!!! Prenderò spunto anche dalla tua eperienza, Grazie!!!

memmea ha detto...

Correggo:"anice e cannella". Si vede che questa sera ho proprio voglia di "dolci....

Vanessa ha detto...

Bravissima!!!...sono perfette!!!

Tania ha detto...

Ma tu non eri quella che con i lievitati ci doveva prendere la mano!? Se è così immagino cosa farai dopo! Standing ovation realizzazione perfetta, bravissima!

SUNFLOWERS8 ha detto...

Mmmmmh domani mattina a colazione ti penserò ^_^

sara ha detto...

cugina come al solito sei bravissima...peccato che domani mattina non li posso mangiare....quello che ho assaggiato era buonissimo!!!!

Giulia ha detto...

Mirty, che girelle fantastiche!..
Me ne lasci una per domani?
Il corso si terrà sempre ad Anzio, ma se conosci una struttura a Firenze adatta al corso e se si riescono a trovare almeno 7-8 partecipanti, verrò da voi! :-))
Un bacio

Le pellegrine Artusi ha detto...

Una ricetta golosissima. I dolci che mangiamo in vacanza ci rimangono nel cuore, la proverò sicuramente. Ciao bacio , ah se vi trovate con Federica ditelo anche a noi che siamo vicine e magari lo diciamo anche a Cristina delle Chicche di Chicco così ci conosciamo!

Onde99 ha detto...

Come ti ho scritto in privato, sono paste deliziose, in Francia ne faccio scorpacciate, in accoppiata con i croissants. Ti sono venute benissimo!

Alice4161 ha detto...

Meraviglioseeeeee!!!Bravissima.


ciao

Patricia ha detto...

Le adoro, con l'uvetta e la pasticcera... che delizia, e dato che ti sono venute così bene proverò la tua ricetta:)
Buona settimana, a presto
Patricia

{ Anemone } ha detto...

Che belle!!! Io non le ho mai assaggiate.. mai preparate! Tapina io!!

Me ne mandi una vagonata ??: devo rifarmi eh!?

Ambra ha detto...

Hai ben donde di essere contenta sono davvero perfette!!!Mi diventi sempre più brava...è così che si fa!!!!Baciotto

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

Intanto grazie della visita e il piacere è nostro, e poi queste delizie che hai preparato sono semplicemente golose complimenti...
Ps: siamo tuoi sostenitori così non ci perdiamo di vista...
Ciao a presto...

Milena ha detto...

Sono perfette: fai bene ad esserne orgogliosa!!!!

Lady Boheme ha detto...

Complimenti, cara, sono veramente fantastiche!!! Un abbraccio

( parentesiculinaria ) ha detto...

Congratulazioni!
Capisco benissimo la tua felicità... l'ho provata anche io quendo ho fatto il pane...
Però carissima io credo tu ti sia superata. Per essere inesperta con il ldb a mio parere hai fatto un capolavoro... ti sono lievitate splendidamente! Bravissima! :D

Luciana ha detto...

Queste girelle di pasta brioches sono fantastiche, degne delle migliori pasticcerie!!! complimenti davvero tesoro, a quest'ora è una visione sublime per i miei occhi!!!...ti abbraccio di cuore, :-P

Fabiana ha detto...

fai proprio bene ad essere contenta ed euforica per la tua creazione perchè è un vero capolavoro.. un bacio

viola ha detto...

Che meraviglia, sono perfette.
Ipnotiche per quanto sono belle.
Complimenti, bravissima davvero
Ciao e a presto

Alex ha detto...

Le fanno deliziose anche qui in Germania ed è davvero difficile resistergli. Immagino che fatte in casa siano ancora meglio.
Baci

Mieledilavanda ha detto...

E come promesso....sul tuo blog e tra i "google friend" ;-) che dire....il blog è bellissimo davvero complimenti...e questa ricetta da provare ;-)
Grazie e buon fine settimana :-)

Maria ha detto...

!Uhmmm..apetitosos y ricos,ricos!!!

Anonimo ha detto...

si dice RAISINS (uvetta)

Céline ha detto...

Bellissime le girelle, ma x correttezza ti segnalo anch'io che sarebbe meglio correggere il nome, anche perché invece di panini all'uva, avresti fatto dei panini alle reni!!!

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails