domenica 29 agosto 2010

DI OLANDA E...CHEESECAKE!!!

Eccomi qui, rientrata dalla mia vacanza olandese da appena un paio di giorni e con una fetta di dolce per salutarvi...
No, tranquilli non è una *Space cake*!!!
E' un buonissimo cheesecake che avevo preparato qualche giorno prima di partire, per festeggiare l'inizio delle tanto attese vacanze!
Accidenti, è  un peccato che le ferie siano già finite! Sembra ieri quando sono partita...
Non c'era tutto questo caldo, anzi, spesso pioveva e tirava vento, ma il tempo era talmente variabile che un pò di sole per fotuna ci era concesso ogni giorno...
Però si stava così bene lassù tra i mulini a vento, passeggiando lungo i canali, gustando una golosissima cialda olandese! Già, chi non conosce le *Stroopwafels*, golosissimi biscotti olandesi costituiti da due sottilissimi wafer tra i quali viene spalmato una strato di scritoppo di zucchero carammelato e burro?!?
Sono una delle poche, e forse l'unica, autentica specialità olandese perchè comunque la cucina olandese è molto povera e ben poco appetitosa! E' costituita sopratutto da patate (impiegate per fare quasi eslusivamente il purè) cavolo (di ogni tipo e colore) zuppe di piselli o fagioli, formaggio tipo fontina (Gouda e Edam) e aringa affumicata.
Gli olandesi, a differenza di noi, non mangiano i frutti di mare, persino i loro gamberetti sono differenti, piccolissimi e di colore beige, e tra tutti i pesci, quello che prediligono di più in assoluto è appunto l'aringa, che viene spesso usata per farne dei panini appetitosi, venduti nelle bancherelle poste sui ponticini dei vari canali della città.
Ci sono poi la *Appelflappen*, che altro non è che la versione olandese della apple pie americana e le *Pannekoeken* ossia i pancakes, spesso proposti anche in verione salata e serviti per cena.
E che la cucina olandese non sia una gran bontà lo dimostrano anche i numerosi locali etnici sparsi per tutta Amsterdam: ristoranti messicani, argentini, indiani, pizzerie italiane, pasticcerie francesi (chiamate Crossanterie), Burger King e Mac Donalds, ma attenzione, perchè alle 9.30 la cucina dei ristoranti, anche e sopratutto quelli etnici, è giù chiusa perchè li si cena alle 18.00! E sopratutto se volete cenare in un ristorante è consigliabile prenotare in anticipo perchè i locali sono talmente piccoli che al massimo hanno una quarantina di tavoli!
Già le abitazioni in Olanda, ma sopratutto ad Amsterdam, sono veramente caratteristiche: alte al massimo tre piani e molto strette, leggermente inclinate e con le facciate e i rilievi scolpiti, la forma a cartone arrotolato che li incornicia con i due lati curvi e riccioli lungo il perimetro e con stanze molto piccole e finestre molto grandi! E la cosa più impressionate sono queste distese di...nulla! Al di fuori dei centri urbani ci sono solo campi che si estendono fino all'infinto, prati in cui pascolano mucche e cavalli, attraversati da tantissimi canali sui quali sorgono questi imponenti mulini a vento, paesaggi deserti avvolti nella nebbia...
Eh si, l'Olanda è un paese così particolare e caratteristico che lascia impresso un bel segno nella memoria di chi la visita... inutile dirvi che mi è piaciuta così tanto da non vedere l'ora di tornarci!
Ma poichè almeno fino al periodo natalizio di ferie non se ne parla, passiamo alla ricetta di questo cheesecake super goloso... mentre qualche fotina del mio bel viaggetto la posterò con calma la prossima volta, ok?!?
L'ispirazione mi è venuta quando, cercando un dessert fresco e cremoso da servire al termine di una cenetta golosissima a base di pesce, che non fosse tuttavia la solita bavarese o mousse estiva, mi sono imbatutta nel Cheesecake al lime con salsa di mirtilli della mitica Sigrid del Cavoletto di Bruxelles.
In pratica è una sorta di New York Style Cheesecake, profumato al lime e reso ancor più goloso da una coloratissima salsa di mirtilli freschi. Insomma, era perfetto da servire al termine della cenetta di pesce appositamente preparata per festeggiare l'inizio delle vacanze: è vero che un dolce a base di formaggio (750gr di formaggio cremoso) è abbastanza "pesante", ma se aromatizzato al lime e servito freddo, con una dolce salsa di mirtilli dal retrogusto acidulo, diventa un dessert molto appetitoso anche al termine di una cena mooooolto abbondante, a base di lasagne al pesce profumate allo zafferano e zuppetta di mare servita con pane abbrustolito!
Insomma, ispirata dalla ricetta di Singrid, volendo fare un cheesecake che fosse abbastanza alto, ho modificato un pò le dosi e ho proseguito un pò a occhio, assaggiando via via l'impasto e aggiungendo i vari ingredienti in base al sapore generale e alla fine è uscito dal forno un super cheesecake che, durante la cottura in forno, ha sprigionato un fresco profumo di lime che si è diffuso in tutta la cucina!  
Insomma è una vera bontà che vi consiglio di provare fintanto che ci sono i mirtilli freschi: cremoso, profumato e sopratutto molto dolce, nonostante il gusto acidulo e frizzante conferitogli dal lime!

CHEESECAKE AL LIME CON SALSA DI MIRTILLI


Ingredienti (per uno stampo da 24cm di diametro):
- per il ripieno:
250g di Philadelphia
500 gr ricotta
250g di zucchero
5 cucchiai di farina
3 lime
100 ml di panna fresca
1 tuorlo
4 uova
un pizzico di sale
- 250 gr di marmellata mirtilli
- per la base:
250g di biscotti digestive (o di biscotti ai cereali)
150g di burro
2 cucchiai di zucchero
- per la salsa:
375g di mirtilli
5 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di maizena

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo la base: Tritiamo finemente i biscotti nel mixer. Nel frattempo facciamo sciogliere il burro in un tegamino sul fuoco. In una ciotola mescoliamo quindi i biscotti tritati, il burro e lo zucchero, fino ad ottenere un composto omogeneo che andremo a  stendere, premendo bene, sul fondo della teglia dal bordo apribile, opportunamente rivestita di carta da forno. Inforniamo quindi a 170° per una decina di minuti.
Una volta trascorso questo tempo, lasciam oraffreddare la base e spalmiamo sopra la marmellata di mirtilli.
Prepariamo quindi il ripieno: con le fruste elettriche lavoriamo i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso e chiaro. Uniamo i formaggi, poi la farina, ed aggiungiamo infine il succo e la buccia grattugiata dei lime, mescolando il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
In un altro recipiente montiamo a neve ben ferma le chiare e aggiungiamole alla crema di formaggio, mescolando lentamente dal basso verso l'alto per non farle smontare.
Montiamo infine la panna ed uniamola al composto sempre con lenti movimenti.
Versiamo quindi questo composto sulla marmellata precedentemente splamata sulla base di biscotti già cotta.
Inforniamo a 180° per un’oretta, fino a quando il cheese cake si sarà rappreso e la superficie sarà lievemente dorata. Lasciamo raffreddare fuori dal forno e conserviamo in frigorifero (meglio farlo il giorno prima e farlo passare almeno una notte al frigo).
Al momento di servire prepariamo la salsa ai mirtilli: in un padellino, scaldiamo i mirtilli freschi con lo zucchero. Facciamo cuocere il tutto a fuoco basso per circa 15 minuti, fino a ottenere una specie di marmellata molto liquida. Aggiungiamo 1 cucchiaino maizena e mescoliamo bene finchè la salsa non si è rassodata.
Serviamo gli spicchi di cheesecake con la salsa ai mirtilli.

19 commenti:

Federica ha detto...

Bellissimo quello zoccoletto olandese e deliziosa questa cheese cake. Quel morbido abbondante ripieno è golosissimo abbinato alla copertura di mirtilli. Che darei per una fetta a cominciare bene la settimana...Un bacio, buona giornata e grazie della visita

gabri ha detto...

E' da tanto che desidero visitare l'olanda, mi hai fatto venire ancora di più la voglia di partire!!per non parlare di questo ceesecake delizioso!!
buona settimana

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro bentornata e che visione ho avuto aprendo il tuo blog!!sai quanto amo le cheesecake e questa la trovo paradisiaca e poi l'olanda...che bel viaggio deve essere stato fantastico e cmq viaggiare e conoscere posti nuovi è smepre stupendo!!!bacioni imma

Wennycara ha detto...

Che bel dolce trovo al rientro! bravissima!
A seguito di quanto ho letto nel tuo commento al mio ultimo post:
http://www.mediterraneonline.it/2010/06/21/un-te-con-le-farfalle-al-tepidarium-del-roster-del-giardino-dell-orticultura-di-firenze/
Ciao!

wenny

Gunther ha detto...

complimneti è un ottimo cheese cake, lo magerei volentieri a colazione

Tania ha detto...

Mirtilla ciao, bentornata dall'Olanda! Dunque, cucina così così ma quel che è certo è che è un paese meraviglioso :-)
E questa cheesecake è assolutamente favolosa, la fetta è stupenda!

Onde99 ha detto...

Olanda... sai che non mi è mai venuta in mente come meta di viaggio? Adesso mi hai messo un tarlo, come se non ne avessi già abbastanza di ispirazioni al nomadismo!!! La cheesecake siffatta dev'essere ottima e anche se non è proprio leggerissima... beh, chi ha mai detto che un dolce debba esserlo?

andrea ha detto...

il dolce dall'apparenza devessere squisito dando anche un'occhiata
agli ingredienti!!!! per le ferie il prossimo anno chiama me abbiamo tanto sole e mare caldo ciao

Giulia ha detto...

Bella l'Olanda!.. Non sai quanto adoro le aringhe olandesi, ma anche i canali e le case di Amsterdam, e tutta l'atmosfera in generale.
Golosissimo questo tuo cheesecake, vorrei una fettina... :-))
Un bacio

Lady Cocca ha detto...

Deve essere un paese fantastico l'Olanda...mi piace molto!! Lo zoccolo è stupendo e la cheese....divina!!!
ciaooo

Valentina ha detto...

ciao! piacere di conoscerti e di aver scoperto questo tuo golosissimo blog, appena ho più tempo lo leggerò con attenzione e sceglierò quale dolce copiarti per primo...
http://ilricettariodivalentina.blogspot.com/

Luciana ha detto...

Davvero una cheese cake incantevole, copio subito la ricetta perchè la voglio provare!!!
Ciao a presto!!!

Nepitella ha detto...

Azzeccatissima accoppiata mirtilli e lime, mi piace un sacco :-) bella cheesecake. P.s. bellissima l'Olanda vero?

Forchettina Irriverente ha detto...

Ecco .. avrei proprio bisogno di un dolce come questo. Mi rianimerebbe al primo boccone !!! Manu

Antonella ha detto...

Anche io mi sono segnata tra i tuoi sostenitori e non ti lascio più, ci sono troppe delizie in questo blog!!! Sto sbavando di fronte a questa cheesecake... ma non solo!! Mi sa che la dieta la rimando ancora al prossimo lunedì! ;) A prestissimo :D

cinzia ha detto...

bravissima !!!!! ero rimasta un po' indietro non so piu' da che parte rifammi a copiare le tue incantevoli ricette!!!ciao

Anonimo ha detto...

good start

Francesca van Meer ha detto...

Ciao Mirtilia, ho trovato per caso il tuo blog e forse è un po tardi per un commento..I Paesi Bassi sono una terra affascinante e magica. È assolutamente vero che non esiste una grande cucina tipicamente olandese, ma ci sono dei piatti veramente buoni e molto particolari. La Ertwensoep che non è una semplice zuppa di piselli ma un gustosissimo piatto unico vista la presenza di carne di maiale, pancetta affumicata e delle salsicce affumicate ( rookworsten). I gamberetti di cui parli sono molto pregiati e servono per diversi tipi di preparazioni dai secondi come Ganalen in knoflook-botersaus, una salsa di aglio e burro simile a quella francese per les escargouts, a delle favolose crocchette ( garnaalkroketten). Tra dolci caratteristici, oltre ai stoopwafel, trovi gli speculoos, i poffertijs, gli olibol e diversi tipi di torte e vla ( budini). Personalmente trovo squisita la Appeltart dal sapore molto particolare dato dall'utilizzo del bastardsuiker,uno zucchero di canna particolare difficile da trovare fuori dai Paesi Bassi ed il Belgio.
Ho sicuramente dimenticato molte cose e tutte da scoprire!

Francesca van Meer ha detto...

Ops, mi è sfuggita la pubblicazione prima della fine..
Sono siciliana di nascita ed olandese per matrimonio ed amo questo paese così diverso da luoghi dove sono nata e cresciuta.
Visitare e conoscere de Nederland è una bellissima esperienza che non va persa.
Grazie della tua ospitalità
Tot ziens

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails